+39 0881 685130
Babolat Pure Strike 16x19 Spedito gratis in 24 ore
 
EUR 109,00 EUR 189.95   -42.62%
Lo hai trovato ad un prezzo inferiore? Faccelo sapere

NON DISPONIBILE

Cod: 101197 Mod: Babolat Pure Strike 16x19
Headsize: 98 Peso: 305 Balance: 32.0

BABOLAT HA FATTO STRIKE

Un dettaglio delle nuovissime Babolat Pure Strike

Sarà una delle grandi novità che (in parte) raggiungerà i negozi specializzati italiani prima di Natale e, compitamente, subito dopo l'Australian Open. Si tratta della Babolat Pure Strike, la nuova linea che sostituirà la Storm e che Jo-Wilfried Tsonga ha mostrato in anteprima assoluta al torneo di Metz, perso in finale contro il connazionale Gilles Simon. La novità principale (e la più intrigante) è la costruzione Hybrid, così definita in quanto è una via di mezzo tra una costruzione tubolare (tipica della Pure Drive) e una squadrata (tipica delle racchette agonistiche tradizionali). Un compromesso ideale che permette anche ai giocatori agonisti che sviluppano una gestualità piuttosto tradizionale, di sfruttare un telaio che offrirà un adeguato mix tra potenza, controllo e comfort.

Inoltre, il sistema EVO Beam con profilo variabile 21-23-21 millimetri aiuta ad ottenere una maggior stabilità (data anche da fibre di carbonio più resistenti) del telaio all’impatto e conseguente maggior precisione, mentre la tecnologia X-Sider, una forma innovativa del telaio, aumenta lo sweet spot, la parte ideale di racchetta dove colpire la palla, favorendo (in una stima del 10% secondo gli ingegneri Babolat) anche i colpi decentrati.

Nel dettaglio, vi saranno quattro nuovi telai:

1. Pure Strike Tour 18x20, 98 pollici e 320 grammi

2. Pure Strike 18x20, 98 pollici e 305 grammi

3. Pure Strike 16x19, 98 pollici e 305 grammi

4. Pure Stirke 100 16x19, 100 pollici e 290 grammi

La bravura dei tecnici (e dei responsabili marketing / commerciali) di Babolat, è riuscire a convincere i propri top testimonial a cambiare telaio. Come anni fa Rafael Nadal è passato dalla Pure Drive all’Aeropro Drive (facendo la fortuna di quest’ultimo modello e aprendo nuove strade al brand), così ora Tsonga è passato dall’Aeropro Drive alla Strike, linea che disporrà subito di un testimonial importante a livello internazionale. In attesa di un possibile (probabile?) colpo di mercato che dovrebbe essere presto annunciato. Anche se con la coppia Nadal-Tsonga nei top 10, il parco giocatori pare ben presidiato.

Composizione: GrafiteTungsteno
Peso: 305 g.
Ovale: 630 cm²/98 sq. in.
Bilanciatura: 320 mm
Lunghezza: 685 mm/27 in.
Rigidità: 70 ra
Profilo: 21-23-21
Schema Corde: 16x19
Tensione Consigliata: 25-28 kg
Corde Consigliate: Babolat Origin
Fodero Racchetta: Incluso
 
 
 

 

 1385369185-evo-beam.jpg

EVO BEAM: Spessori diversi (21/23/21 mm) del telaio per una minore torsione all’impatto con la palla e una migliore reattività.

 

 a.png

HYBRID FRAME: Grazie alla nuova struttura ibrida del telaio (sia quadrata che ellittica) la racchette offre maggiore precisione e reattività.

 

Prodotti correlati

Incordiamo con Babolat Sensor Expert Dual

Quanto Contano Le Macchine Incordatrici Nella Prestazione Della Racchetta.
Innanzitutto la corda giusta montata con tecniche errate, macchine incordatrici datate o incordatori poco esperti hanno ripercussioni negative sulla prestazione; macchine incordatrici moderne hanno tutte le tecniche, tecnologie e dettagli che permettono la giusta stabilita' della racchetta durante la fase di montaggio della corda (ad esempio il pre-stretch che permette un mantenimento maggiore della tensione).
Una macchina incordatrice datata o un errato posizionamento/errata pressione della racchetta negli appositi spazi puo' danneggiare e sformare il telaio della racchetta.
Le macchine piu' tecniche attualmente in commercio hanno dieci punti di contatto sul telaio al fine di distribuire uniformemente la pressione della macchina sulla racchetta; otto punti nella zona laterale del telaio e due punti agli estremi alto e basso.
Oggi le macchine piu' famose ed utilizzate al mondo sono le Babolat Sensor Expert Dual, Wilson Baiardo, e Tecnifibre.
Molti appassionati sono ancora (troppo) convinti che quello dell'incordatore sia un lavoro banale. Piano piano (troppo piano) anche i giocatori di club si stanno accorgendo dell'importanza di montare una buona corda, ma fanno poca attenzione a chi le incorda.
Come se una mano valesse l'altra. Niente di piu' sbagliato.
Non e' un caso se anche un Nadal, che viaggia senza incordatore personale, comunque in ogni torneo chiede che a incordare la sua AeroPro Drive sia sempre la stessa persona, sulla stessa macchina incordatrice.
Diffidate di chi si presenta come incordatore specializzato nei vialetti di un circolo e poi si scopre che usa una macchina datata, senza alcun strumento per verificare il lavoro che deve svolgere.
Il tutto per risparmiare tre euro, un'operazione che costa gia' poco nei negozi specializzati (dai 7 ai 10 euro), quando invece i professionisti pagano 25 euro (di sola manodopera) in un torneo pro.
Una cattiva incordatura rendera' poco performante la vostra racchetta, vi fara' giocare peggio e vi costringera'...... a cambiarla.
Meditate gente, meditate.
E poi affidatevi sempre ad un incordatore professionista riconosciuto.

Danieli Sport di Danieli Sergio Bruno
Partita IVA 00994840718
info@tennisdanieli.com
   PayPal | Bonifico | Contrassegno | Condizioni di vendita
Sviluppo piattaforma e hosting a cura di Argomedia.it